8. Tanuta (Spondyliosoma cantharus)

NOME LOCALE
Tanudda o Cantara

Download flag

8_tanuta-Nuova-2

CARATTERISTICHE
Livrea molto variabile e forma tozza, dalla colorazione grigio/argentea generalmente priva di macchie scure sul corpo. L’adulto può presentare fasce scure verticali lungo il corpo o strisce dorate orizzontali lungo i fianchi.

ABITUDINI E CURIOSITÀ
La tanuta predilige fondi rocciosi o a prateria di posidonia. Nuota in acque libere, ma anche vicino al fondo. Si nutre di piccoli invertebrati, principalmente crostacei e vermi. Appartiene alla stessa famiglia dei saraghi e dei dentici.

A CHE PROFONDITÀ VIVE?
Normalmente tra i 10 e i 60 metri, ma si può trovare fino ai 300 metri di profondità.

CHE DIMENSIONI RAGGIUNGE?
Comunemente è lunga circa 45 cm, ma può raggiungere anche 60 cm.

HA UNA TAGLIA MINIMA DI CATTURA?
No.

COME SI PESCA?
Con reti da posta, nasse e palamiti.

STAGIONALITÀ DI PESCA
Principalmente in primavera/estate.

NOTE SU SOSTENIBILITÀ ED ECOLOGIA
L’IUCN (International Union for Conservation of Nature) considera questa specie non soggetta a pericolo di estinzione.

NOTE NUTRIZIONALI
La tanuta è un pesce dalle carni bianche e apprezzate, anche se purtroppo ancora non molto richiesto sui nostri mercati.

 

LA TANUTA IN CUCINA

TANUTA AL SALE GROSSO
Ingredienti per 2 persone
1 tanuta grande
limone
prezzemolo
erba cipollina
timo
cipolla
maggiorana
aglio
sale grosso q.b.

Procedimento
Pulire e lavare il pesce senza squamarlo. Cospargere la teglia con uno strato di circa 1 cm di sale grosso. Riempire il ventre della tanuta con un trito di prezzemolo, erba cipollina, timo, maggiorana, aglio, cipolla e qualche fetta sottile di limone. Disporre il pesce nella teglia e coprirlo completamente
con il sale grosso. Cuocere in forno a 180 gradi per circa 30 minuti e servire.