5. Mennola e Zerro (Spicara sp.)

NOMI LOCALI
Mendurella e Zarrettu

Download flag

5_Mennola-nuova

CARATTERISTICHE
Mennole e zerri presentano una macchia scura sui fianchi. Gli esemplari più grandi risultano più tozzi  rispetto a quelli più piccoli e presentano sui fianchi delle linee più o meno spezzate di colore blu elettrico.

ABITUDINI E CURIOSITÀ
Sono specie gregarie. Prediligono fondi sabbiosi e praterie di posidonia. Si nutrono principalmente di zooplancton che catturano protraendo la bocca. Sono specie proteroginiche, nascono femmine e crescendo diventano maschi. Sui banchi delle pescherie i giovani zerri vengono talvolta chiamati ‘femminelle’.

A CHE PROFONDITÀ VIVONO?
Lo zerro vive usualmente tra i 15 e i 70 metri, la mennola tra i 5 e 50 metri. Le due specie si possono trovare, tuttavia, fino a 170 metri di profondità.

CHE DIMENSIONI RAGGIUNGONO?
Lo zerro 20 cm, la mennola 23 cm.

HANNO UNA TAGLIA MINIMA DI CATTURA?
No.

COME SI PESCANO?
Principalmente con reti da strascico e reti da posta.

STAGIONALITÀ DI PESCA
Estate.

NOTE SU SOSTENIBILITÀ ED ECOLOGIA
L’IUCN (International Union for Conservation of Nature) considera queste specie non soggette a pericolo di estinzione. Le loro caratteristiche biologiche (capacità di generare progenie abbondante e ciclo vitale breve) le rendono inoltre particolarmente resilienti alla pressione di pesca.

NOTE NUTRIZIONALI
Le carni sono discrete e delicate.

Valori nutrizionali per 100 grammi
70 kcal
Proteine 14,2 gr

 

LO ZERRO IN CUCINA

ZERRI IN AGLIATA
(Ricetta realizzata dagli alunni della classe 5A dell’Istituto Comprensivo ”San Donato” di Sassari vincitrice del concorso Buono per il mare buono per te”)

Ingredienti per 4 persone
1 Kg di zerri freschi
1 Kg di pomodori freschi a pezzi (anche polpa di pomodori pelati)
50 grammi di pomodori secchi tritati
Mezzo bicchiere di olio EVO
Mezzo bicchiere di aceto
1 testina di aglio
1 peperoncino
Prezzemolo tritato

Procedimento
Pulire i pesci: squamarli  e ripulirli dalle interiora.
Salarli, infarinarli con la semola e friggerli in olio bollente.
Preparare il sugo di pomodoro in agliata: in un padella versare l’olio EVO, lasciare scaldare e versare l’aglio tritato. Lasciare dorare delicatamente e aggiungere il trito di pomodori secchi. Lasciare insaporire ancora qualche minuto e versare la polpa di  pomodoro.
Dopo cinque minuti versare l’aceto e il peperoncino. Assaggiare di sale ed eventualmente correggere.
Disporre  ordinatamente i pesci  già fritti su un piatto da portata,
versarvi sopra tutto il sugo sino a coprirli.
Completare il piatto con una spolverata di prezzemolo fresco tritato.