13. Sgombro occhione o lanzardo (Scomber japonicus)

NOME LOCALE
Uccioni

Download flag

13-Sgombro-OCChione

CARATTERISTICHE
Lo sgombro occhione, o lanzardo, è molto simile allo sgombro stesso (Scomber scomber). Possiede un corpo a forma di siluro, colorazione blu verdastra sul dorso e chiara nella parte ventrale. Il dorso è percorso da linee scure sinuose. Presenta occhi grandi e il ventre punteggiato da macchie scure.

ABITUDINI E CURIOSITÀ
Il lanzardo è una specie pelagica gregaria che predilige acque calde. Si nutre di piccoli pesci pelagici e vive per lo più lontano dalla costa. Nuota in banchi formati da individui delle stesse dimensioni, ma talvolta si trova associato all’altra specie di sgombro (Scomber scomber).

A CHE PROFONDITÀ VIVE?
Normalmente lo si trova tra i 10 e i 100 metri, ma arriva anche a 300 metri di profondità.

CHE DIMENSIONI RAGGIUNGE?
Misura solitamente un massimo di 40 cm, ma può attivare fino ai 50 cm di lunghezza.

HA UNA TAGLIA MINIMA DI CATTURA?
Si, 18 cm.

COME SI PESCA?
Con reti da circuizione e reti da posta.

STAGIONALITÀ DI PESCA
Principalmente primavera/estate. Per lo sgombro la stagionalità di pesca è più concentrata in estate/inverno.

NOTE SU SOSTENIBILITÀ ED ECOLOGIA
Alcune evidenze suggeriscono che la presenza del lanzardo stia diventando sempre più comune nelle acque del Mediterraneo. Le sue caratteristiche biologiche gli conferiscono una buona resilienza alla pressione di pesca.

NOTE NUTRIZIONALI
Il lanzardo, come lo sgombro, è un pesce azzurro. La sua carne, tenera e poco spinosa, possiede un elevato contenuto di proteine e di vitamine A, B1, C e D. Costituito per il 26% da acidi grassi omega 3, la quantità di grassi dipende dalla taglia e dal periodo riproduttivo.

Valori nutrizionali per 100 grammi
116 kcal
Proteine 21,6 gr
Grassi  3,2 gr
Carboidrati 0 gr
Acqua 72,2 gr

LO SGOMBRO OCCHIONE IN CUCINA
(Ricetta consigliata dal RISTORANTE PIAZZA GARIBALDI – p.zza Garibaldi 13, Porto Torres)

SGOMBRO AGLI AGRUMI
Ingredienti per 4 persone
800 gr di pesce
2 limoni
1 arancia
sale q.b.
olio EVO
un ciuffo di prezzemolo

Procedimento
Pulire il pesce eliminando la pancia e la testa e bollirlo per pochi minuti in acqua salata
con aggiunta di un limone fresco spremuto. Una volta raffreddato,
sfilettarlo con delicatezza evitando che si disfi e metterlo in un vassoio con il bordo alto.
Preparare in una ciotola un’emulsione di olio extra vergine d ‘oliva, sale, un limone spremuto, la scorza grattugiata di un arancia e di un limone e un ciuffo di prezzemolo tritato.
Versare il composto sul pesce e lasciare riposare almeno una mezzora prima di servire.